Qi Gong

Attività in programmazione dal 24 settembre

Cos'è il Qi gong?

Il Qi gong - Qi-gong o Qigong - può essere definito come una disciplina originaria della Cina che prevede l'esecuzione di esercizi fisici associati al controllo del respiro e della mente.

Si tratta di una disciplina nata dalla combinazione di conoscenze derivanti dalla medicina tradizionale, dalla filosofia e dalle arti marziali cinesi; prevede l'esecuzione di particolari e determinati movimenti in coordinazione con la respirazione e associati alla concentrazione mentale e a tecniche di meditazione.

Per onor del vero, è bene precisare che non esiste una singola tipologia di Qi gong; attualmente, infatti, si conoscono ben 75 forme antiche (le cui tracce sono presenti nella letteratura cinese) cui si aggiungono più di 50 forme più moderne e contemporanee.

La parola "Qi" significa "energia" o "spirito"; mentre la parola "gong" può essere tradotta con "tecnica", "abilità" o "lavoro". Si potrebbe, pertanto, tradurre "Qi gong" con "lavoro sull'energia" o "tecnica dello spirito". Non a caso, questa disciplina si prefigge l'obiettivo di curare ed accrescere la propria energia interna - il qi, appunto - che scorre nei meridiani che percorrono il corpo di ciascun individuo.

Energia Vitale e Meridiani

Secondo la filosofia e la medicina tradizionale cinese, ciascun individuo possiede una propria energia vitale interna - il qi - che scorre all'interno di specifici canali che percorrono l'intero organismo, noti come meridiani.

Secondo la tradizione cinese, il flusso di tale energia non deve essere interrotto o alterato, quindi non devono verificarsi ristagni o rallentamenti, pena l'insorgenza di malesseri e disturbi.

In altre parole, il Qi gong può essere inteso come la capacità e l'abilità di prendersi cura, coltivare, bilanciare, rafforzare e accrescere l'energia vitale qi, allo scopo di raggiungere un benessere a trecentosessanta gradi che comprenda tanto il corpo quanto la mente e lo spirito.

 

Origine

Breve Storia e Origine del Qi gong

Le radici del Qi gong affondano in un passato lontanissimo; si ritiene, infatti, che le origini di questa disciplina risalgano a più di 4000 anni fa. Inizialmente, la conoscenza del Qi gong veniva trasmessa esclusivamente dal maestro al proprio allievo - sia per via orale che attraverso la pratica di esercizi - ma non veniva di certo diffusa come invece accade oggi.

 

Nel corso degli anni, si sono sviluppate moltissime forme di Qi gong applicabili in diversi ambiti della cultura cinese allo scopo di raggiungere differenti obiettivi, quali ad esempio:

 

Medicina tradizionale cinese: le forme di Qi gong praticate in quest'ambito puntano ad esercitare attività preventive e curative nei confronti di disturbi di vario tipo.

Arti marziali cinesi: le forme di Qi gong applicate in questo campo vengono praticate al fine di migliorare le capacità di combattimento.

Taoismo e Buddhismo: il Qi gong praticato in quest'ambito può essere considerato come parte integrante della meditazione. In quello che è attualmente conosciuto come Qi gong Buddhista, le pratiche di meditazione del Qi gong fanno parte di un percorso spirituale che conduce all'illuminazione.

Confucianesimo: le forme di Qi gong praticate nell'ambito del confucianesimo (Qi gong del confucianesimo) mirano al raggiungimento della consapevolezza della moralità.

Tra la fine degli anni '40 e i primi anni '50, tuttavia, il governo cinese tentò di accorpare, o meglio, di integrare le differenti forme di Qi gong in un unico sistema allo scopo di conferire alla disciplina rilevanza dal punto di vista scientifico.

Giovedì:

dalle ore 9,00 alle ore 10,00

Questo contenuto utilizza cookies.
Credits: OZOTO snc - powered by (ORBITA)